Preparazione della comunicazione

Selezionato dunque il modello (draft) che vogliamo utilizzare accediamo alla schermata di preparazione della nostra comunicazione (newsletter):

Saltano subito all’occhio tre campi testuali: Oggetto, Nome mittente ed Email mittente.
L’Oggetto non è altro che il titolo/oggetto della nostra comunicazione: l’oggetto assume un ruolo cruciale nell’intero processo di spedizione in quanto studi statistici rilevano che questo dato all’apparenza poco rilevante ha un impatto determinante sulla percentuale di lettura delle nostre comunicazioni.
Per scrivere un oggetto efficace occorrono alcune nozioni base di e-mail marketing: per ora basti sapere che a livello pratico per non imbattersi nei filtri antispam occorre evitare il più possibile maiuscoli, caratteri speciali, riferimenti ad altri siti, oggetti troppo lunghi, etc.. e a livello pubblicitario occorre, utilizzando non più di 5/6 parole, catturare da subito l’attenzione di chi riceve la nostra newsletter, utilizzando un linguaggio accattivante e allo stesso tempo chiaro sul contenuto di quello che stiamo offrendo con la nostra comunicazione.

Nome ed e-mail mittente sono invece definiti in fase di attivazione insieme a Logicamente Srl. Solitamente il Nome mittente è la ragione sociale dell’azienda che invia la comunicazione, mentre l’Email mittente è l’indirizzo principale dal quale spediamo la nostra comunicazione e al quale riceveremo le risposte dei nostri clienti/potenziali clienti.
Se lasciamo vuoti i campi Nome mittente e Email mittente verranno utilizzati i valori di default configurati nel programma (e visibili a fianco a destra in figura), nel caso invece abbiamo necessità di personalizzare questi valori possiamo inserire i valori da utilizzare nei campi di testo dedicati.

Al centro della pagina abbiamo invece il modello (draft), un editor e alcuni pulsanti aggiuntivi sulla sinistra. Come accennato in precedenza header e footer sono fissi ma possiamo personalizzare il corpo della nostra comunicazione come meglio crediamo, posizionandoci con il cursore del mouse all’interno del riquadro, in corrispondenza del testo segnaposto “TITOLO Testo Testo..”, e inserendo qui il nostro testo, le nostre immagini, i nostri link, mediante l’editor di testo.
Vediamo qui di illustrare gli strumenti più utili messi a disposizone dall’editor di Logicamail:

L’editor di Logicamail utilizza le funzioni tipiche di formattazione di un editor testuale classico, ovvero B (grassetto), I (corsivo), U (sottolineato), abc (barrato), allineamento (sinistra, centrato, destra, giustificato), elenchi (puntati, numerati).
Per quanto riguarda il carattere utilizzato (font) è possibile invece definire la famiglia (Verdana, Arial, Times, etc..) la dimensione del carattere, il colore (testo, evidenziato).
Codice Sorgente permette invece di visualizzare il codice in formato HTML della nostra comunicazione e può tornare utile ad esempio quanto mettiamo mano ad una comunicazione esistente e vogliamo fare subito una copia di backup in modo per evitare problemi qualora sbagliassimo qualcosa e non riuscissimo più a tornare al punto di partenza. Reincollando il codice sorgente originario recuperiamo infatti la newsletter esattamente come era prima del nostro intervento.
Altre funzioni utili sono quelle che permettono l’inserimento di tabelle, link ipertestuali e immagini, funzioni che esaminiamo  ora nel dettaglio.